Sabato 22 ottobre all'Hotel Diamante di Corbetta (Via Simone da Corbetta 162) il circolo culturale sardo “Grazia Deledda” di Magenta eil Circolo Sardo "Su Nuraghe" di Parabiago organizzano la conferenza “Sapori e saperi dell'Oristanese”.

La città di Oristano è situata al centro della costa occidentale della Sardegna in una pianura costellata di lagune fra un ampio anfiteatro di monti. La provincia presenta un panorama fra i più vari, passando in poco tempo dal mare bellissimo e incontaminato fino ai primi aspri pendii della Barbagia, attraversando un paesaggio di stagni - diventati spesso peschiere - campi coltivati e agrumeti. In particolare, si è sviluppata un’agricoltura specializzata in colture orticole (Arborea e Terralba), in produzione di carciofi, di pomodori e alberi da frutto (Milis, Solarussa, Zerfaliu e Simaxis). In prossimità della città di Oristano spiccano, poi, le numerose risaie. Va inoltre ricordata la produzione viticola con la vernaccia di Oristano e la malvasia della Planargia. Importanti anche gli allevamenti e la produzione casearia.

Oristano è anche “città della ceramica”. La lavorazione della ceramica ha origini antichissime, risalenti a diversi millenni a.c. di cui rimangono numerose testimonianze. Per tutto il medioevo e rinascimento interi rioni e quartieri erano dediti alla produzione della ceramica, animati dalle piccole botteghe dei Figoli, come venivano chiamati allora i ceramisti e che hanno dato il nome in città alla centralissima via Figoli. Un’oasi insomma nella quale, fra l’altro, si è snodata una parte importante della storia sarda a giudicare dagli itinerari della storia che qui si possono percorrere fra pozzi sacri, complessi nuragici, fino agli insediamenti fenicio-punici di Tharros e a medievali e aragonesi, senza dimenticare una figura femminile di rilievo, Eleonora d’Arborea, cui si deve un corpus legis che percorre di diversi secoli codici di civiltà più moderne, offrendo lo spunto significativi spunti di riflessione, ad esempio sulla condizione femminile.
Storia, archeologia, prodotti, artigianato, mare e natura saranno quindi al centro dell'incontro moderato dalla giornalista Carmina Conte. Alle 16:30, dopo l'apertura dei lavori con i saluti dei presidenti dei circoli organizzatori, il programma prevede gli interventi di:

- Raimondo Mandis, delegato Slow Food Sardegna

- Marco Sulis, responsabile Tour Operator Galusè

- Pupa Tarantini, storica

- Tonino Mulas, Eurotarget

- Antonello Argiolas, Sarda Tellus

- Bastianino Mossa, Presidente FASI

- Alessandra Zedda, Assessora al Lavoro RAS (invitata)

A seguire, dalle ore 19.30, degustazione con prodotti del territorio a cura della Chef Laura Sechi.

 

Luogo Hotel Diamante - Via Simone da Corbetta 162, Corbetta
Contatti: Circolo Sardo di Magenta 3407072904 - Circolo Sardo di Parabiago 3292129130

Cerca

Chi è online

Abbiamo 145 visitatori e nessun utente online

Newsletter